Mappe liquide


























Performance visuale dove le proprietà che caratterizzano il liquido, fluidità, elasticità e incomprimibilità, si mescolano metaforicamente ai concetti di confine, frontiera e identità, sfumando quei segni di demarcazione che distinguono il limite o la soglia tra diverse realtà tipiche delle mappe geografiche.

Castello di Beseno in Trentino 20 + 27 giugno / 4 luglio 2014

Le forme della geografia


Mappa Europae in Forma Virginis,  Itinerarium Sacrae Scripturae di Heinrich Bünting, 1582.

Mapperò - Come rappresentare l'immaginario


Mapperò è un laboratorio multidisciplinare che offre competenze, approcci e strumenti per declinare, nei diversi campi, il concetto di mappa.
L'obiettivo di Mapperò è quello di rivedere profondamente l’idea di mappa e le sue funzionalità, adattandole alla contemporaneità.

Identità sul confine


























Nicolò Degiorgis, Transitando, 2010. Courtesy dell'artista

 Displacement Reactions è la collettiva a cura di Eugenia Delfini
(Platform Sottobosco) inaugurata il 29 settembre nello spazio di Disturb a Scafati, a metà strada tra Salerno e Napoli. 

In mostra quattro p
rogetti che raccolgono testimonianze, video e immagini che riflettono i diversi aspetti dello spostamento umano attraverso i territori e le implicazioni che tale delocalizzazione comporta sulla costruzione delle singole soggettività.

La parola a Giuliana Racco e Enrica Cavarzan, Gius Faniz e Andrea Kunkl, Nicola Nunziata e Nicolò Degiorgis.


Per scaricare il catalogo

Le 40 mappe par capire il senso del mondo















Dove è disponibile Google Street View nel mondo

Atlante dei luoghi fantastici



In questo filmato Umberto Eco presenta il suo ultimo libro, Storia delle terre e dei luoghi leggendari (Bompiani), un vero e proprio atlante dei luoghi fantastici e immaginari. Si tratta di un saggio in cui Umberto Eco esplora e racconta i mondi fantastici nati dalla fantasia di scrittori ed artisti: centinaia di mondi che, nel corso dei secoli, sono stati inventati dall'uomo partendo dai poemi di Omero e arrivando alla fantascienza dei nostri giorni,

Mapping Stereotypes - Alphadesigner


Siria: la rivoluzione passa dalla toponomastica

























La protesta creativa dei ribelli siriani: ribattezzate le vie dedicate al potere grazie al crowd-sourcing. Su Google Maps le vie del potere prendono i nomi dei martiri della rivoluzione.


Design - Soft Cities
























Nikki Gunn Rodenbeck è la designer e artista di San Francisco che ha ideato Soft Cities.
Attraverso una combinazione di Open Street Mapping, un sistema di mappatura partecipativo e liberamente modificabile, e una serie personalizzata di indicatori-"Io sono qui", "Qui ci siamo sposati","casa di Marco"...-è possibile personalizzare una determinata mappa che diventerà tovaglia, coperta, tenda o tovagliolo.
Se le memorie si associano agli spazi e le mappe ci aiutano a visualizzarli un oggetto quotidiano può, in questo modo, aiutarci ad avere quei ricordi sempre con noi.

Sito
Blog

Geografia e stereotopi
















Vedi altre mappe